Archive for ‘No name’

30 maggio 2011

Seconda comunicazione di servizio

Miei incongruenti nonchè beneamati lettori. Sono di nuovo attivo su queste reti.
Vi dirò di più, mentre prima ero confinato in terrazzo, ora sto postando mentre divoro crocchette qui in cucina.
Oggi la troppa gaiezza ottunde la mia mente, quindi la normale sequenza di post a cui tutti voi siete abituati, e di cui in questo mese avete fatto faticosamente a meno, riprenderà a partire da domani.
Saluti e salati.

26 aprile 2011

Comunicazione di servizio

Miei farfalloni, sono rimasto senza Internet. I miei ignoti benefattori avranno combinato qualcosa. Ad ogni modo, provvederò a risolvere questa incresciosa situazione. Nel frattempo, vi terrò d’occhio dall’ufficio, come ora.
Proverò a chiedere consiglio a Fiorello.

25 giugno 2006

ASSOLUTO bisogno di distrazioni

Non devo pensare, non mi fa assolutamente bene. Come dice quella canzone: "isolation is not good for me"…
Ma dove la trovo una distrazione?
Proviamo a stilare un breve (brevissimo) elenco
– Stasera, ad esempio, ho la cena insieme agli altri animatori. C’è anche un ragazzo che mi piacerebbe, se solo non sapessi per certo che non è gay… e vabbè è sempre una distrazione da tutto lo schifo che ho nel cervello…
– Lavorare… Ho una maledetta tesina e perdo tempo sul blog… ma scrivere al computer non mi distrae, perchè la tesina è strettamente connessa allo schifo
– Videogiochi… ne ho un’intera collezione, e non sono da sottovalutare. Hi anche scaricato Chronotrigger (Rick docet) e per un po’ dovrebbe bastare.
– Stephen King… ho un suo libro da finire, anche se ormai ci sono quasi, però un’oretta dovrebbe farla passare…
– Vacanze… No, temo proprio che delle vacanze siano fuori discussione, visto che devo andarci o con mia madre o con mio padre e non farei che deprimermi di più pensando a tutti quei diciottenni che fanno il viaggio di maturità con i loro amici nei posti più belli del mondo…
– Qualche altra idea? No
Vedrò di farmi bastare queste cose, anche se fino a settembre-ottobre la vedo molto dura… Ah, se riuscissi a trovare un ragazzo da qualche parte…
25 giugno 2006

Il sole è sorto anche oggi

Eccomi, pronto a passare attraverso circa 86400 secondi di pieno lavoro, per andare nonostante tutto verso il vuoto. Pronto ad incontrare facce abbronzate e sorridenti, nascosto dietro ad un ghigno falso e pallido. Pronto a vedere qualcuno che so rimarrà sempre un qualcuno, e non potrà mai diventare Qualcun’altro. Pronto forse a distrarmi per circa un’ora e mezza dall’abisso che mi attende sedendo ad una tavola con quelli che per circa altre due settimane definirò amici, e poi forse non rivedrò più.

Pronto a tutto, ma pronto a niente.

25 giugno 2006

Pensieri notturni

Passeggia una civetta
sento il suo verso
fra i rami
I grilli cantano
per chi li vuole ascoltare
Le stelle bruciano
in attesa di esplodere
Il fanale di una bicicletta
arriva cigolando e scappa via
Qualcuno cammina
e sbadiglia
mentre il suo cane
colora un palo
Io
mi rifugio nel buio
cullato da un dolce vento

Fuori troppo caldo
per dormire
Dentro troppo freddo
da star male
Sfoglio alcune pagine
in attesa che mi chiudano gli occhi
24 giugno 2006

è arrivata, lasciatela sfogare…

Foglie morte
Vicoli bui
Giornali strappati
Nuvole

Giardini lontani
Strade scoscese
Mare in burrasca
Lontano paese

Foto sbiadite
Scontrini preziosi
Unti cartoni
Bottiglie fumanti

Ogni piccolo pezzo
ora si stacca

Un’immenso universo
si apre davanti a me
ora che ho abbandonato tutto questo

Verrà mai il tempo?
Finirò di aspettare?