Il latino vien di notte

Mi ricordo…
Se alle 5 di qualche mattina di svariati anni fa, per caso vi avventuravate per le strade altedesi, alzando lo sguardo al terzo piano di un palazzo verso la fine del paese, avreste visto le luci accese in terrazzo.
Sì, perché a quell’ora, ingobbito sul dizionario di latino, il vostro prode eroe del liceo faceva i compiti, quando proprio il giorno prima non aveva trovato la voglia.
Compiti il cui destino poi era quello di venire tramandati di mano in mano e di banco in banco nei 10 frenetici minuti dall’apertura delle porte al suono della prima campanella.
E a volte a quell’ora inusuale mi lasciavo andare anche a matematica, o alla parafrasi della divina commedia.
Tuttavia, ciò spesso mi impediva di seguire fino alla fine l’episodio settimanale di CSI, perché riposando gli occhi sul divano, finiva che non li aprivo più fino al giorno dopo.

Annunci

3 commenti to “Il latino vien di notte”

  1. È dura accettare una scelta simile. Il latino per CSI , è veramente dura.

  2. Addormentarti con a portata di mano un IL è pericolosissimo, dato il peso. Io, durante la lettura, per averlo sempre a portata di mano, me lo appoggiavo sul petto e quasi mi soffocava.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...