Un viaggio 7/

Mio figlio mi guarda con i suoi occhi verdi come un prato d’estate e mi si lacera il cuore.
Mentre la strada senza tregua inghiottisce i nostri destini, io continuo a cacciare indietro le lacrime, senza saper che dire a mio figlio.
Come fare a dirgli che stiamo scappando, che non rivedrà mai più i suoi amici, e suo padre?
Come fare a dirgli che non è stirando che mi sono fatta quella bruciatura sulla mano?
Come fare a dirgli che non riuscirò mai più a dormire la notte?
Sento il calore del suo corpo sul mio braccio. Lancio un’occhiata furtiva e vedo che finalmente si è addormentato, tenendo stretta la mia mano.
So che anche i suoi sonni sono inquieti.
La suora seduta di fianco a noi mi guarda e mi sorride. Vorrei abbracciarla e piangere tutte le mie lacrime.
Annunci

2 commenti to “Un viaggio 7/”

  1. Urca!
    CURIOOOOOSAAAAA!!!!

  2. Ok, sei tornato in carreggiata molto bene!
    Ora mi piace dinuovo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...